La linguaccia di Einstein

theory-of-relativity-486718__340

14/03/1951 72° compleanno di Einstein. Alla fine della serata, quando il genio stava entrando in auto per tornare a casa, l’ennesimo fotografo gli si precipitò incontro per chiedergli, con insistenza, di sorridere per un ultimo scatto. Lo scienziato, che aveva concesso centinaia di sorrisi, stanco, per far desistere l’uomo, gli mostrò la lingua: una reazione spontanea e non costruita che rese Einstein umano e simpatico.

Annunci

Sicurezza

volcano-2262295_960_720

Io ho bisogno di alcune sicurezze per poter essere..diciamo, in equilibrio con me stessa…per esempio una delle cose che me la dà è la sistematicità delle cose…non abitudine bensì regolarità , quotidianità di gesti riguardanti le persone a me care..non mi ritengo una donna rigida e inflessibile , anzi, mi adatto bene ai cambiamenti e reagisco alle emergenze con freddezza e tempismo, ma, se per un qualsiasi motivo mi vengono a franare alcuni comportamenti soliti, dentro di me si scatenano movimenti tellurici e vulcanici che cerco di tenere a bada con la mia meditazione e il controllo del respiro….

E tu?….

Contattare il cuore

daisy-712892__340

Per me, donna di estrema sensibilità, senza paura nel buttarmi tra le braccia dell’ignoto alla scoperta del bene, senza barriere nè timori, donna che ha creduto a tutto tondo nel prossimo dandosi a cuore aperto…ora la mia difficoltà è nel contattare nuovamente  il  mio cuore. Cuore pulsante ma estremamente ferito, chiuso tra sbarre di sofferenza e di disillusione , pauroso di provare altro dolore e con antenne sempre dritte pronto alla prossima delusione. La vita è questo, è esperienza , al di là del positivo e del negativo, l’esistenza è riuscire a contattare il proprio cuore , fino in fondo, per “sentire” veramente ed andare oltre la maschera creata per vivere nella società. Vivere è provare, è non avere paura di rimettersi in gioco, è darsi un’altra possibilità!!

Tu? Sei in contatto con il tuo cuore