Oltre la foce — Poesie Stralciate

(26 novembre 2003 – n° 951) Sprofondando implodo nei desideri inconsci del mio desiderio cosciente. Preda di torrenziali scrosci scivolo infiltrandomi negli interstizi della terra. Sciogliendomi come nell’acido diluito dalla pioggia ecco il torrente impetuoso. Ignoro che alla foce il mare attende per appropriarsi di me. © Carlo Becattini

Oltre la foce — Poesie Stralciate

Autore: yourborderline

lavorare fa male alla salute

1 commento su “Oltre la foce — Poesie Stralciate”

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...