Frase

wave-1913559__340

“Non è quello che ti succede, è quello che tu fai di quello che ti succede”..ovvero non lamentarti, piangerti addosso o stare a guardare quello che ti accade passivamente..ma agisci e interagisci con quello che ti capita e cavalca l’onda arriverai lontano!!

Che ne dici?

Annunci

Semi di chia

chia-seeds-2189976__340

I semi di chia sono di origine americana ed in particolare Messico e Bolivia. Hanno proprietà nutrizionali importanti in quanto contengono calcio , omega 3 e omega 6, vitamina C , ferro e potassio. Ricchi di aminoacidi necessari per la formazione delle proteine e di antiossidanti, essi sono ritenuti in grado di svolgere un’azione di controllo del livello degli  zuccheri nel sangue, contribuendo ad arginare l’aumento di peso. Sono inoltre considerati benefici a livello dell’apparato cardiovascolare per quanto riguarda la prevenzione delle malattie ad esso legate. Il loro contenuto di aminoacidi, di vitamine e di sali minerali contribuisce a regalare all’organismo un ottimo livello di energia. I semi di chia sono piccoli, croccanti e con un sapore neutro, quindi possono essere aggiunti crudi in tutti i piatti nella dose di uno o due cucchiai al giorno (insalate, pasta, risotti, orzo, miglio legumi, frullati, macedonie, crostini, zuppe, minestre…). Se li lasci in ammollo in acqua a temperatura ambiente e li bevi al mattino a stomaco vuoto, hanno un ottimo risultato per la pulizia dell’intestino, in quanto assorbono acqua e sprigionano un gel benifico.

Io li utilizzo e tu?

Il primo film a luci rosse

flexaret-2276087__340

“Le coucher de la mariée” è il primo film pornografico della storia del cinema, si parla del 1896, e si racconta di una giovane sposina che si sfila gli abiti per andare a letto, mentre il marito la spia, dietro un fittizio separè, fingendo di leggere il giornale. Sette minuti di cui non si conosce la fine…

Dal 1900 in poi le cose sono cambiate diventando davvero più esplicite..fino ai giorni nostri ..

Bicicletta

bicycle-788733__340

Che bello andare in bicicletta, tra i prati, respirando l’aria fresca che ti spettina i capelli e ti arrossa le guance!! Vita che ti entra dentro e ti dà sprint, gioia e voglia di fare. Movimento , in compagnia, tra i fiori e le farfalle, tra chiacchiere e silenzi osservando la natura che si apre intorno a te.

Ti piace andare in bicicletta?

Amori grammaticalmente scorretti

background-3009949__340

Ecco qui sotto , alcune delle dichiarazioni d’amore più scorrette scritte sui muri…:

“tuo marito ti trascura all’etto? Chiamami”

“sei la cosa piu bella che abbia mai esistito. Ti amo g.v.”

“principessa ti aspetto a lartale”

“io e te e il nostro bambino penanato”

“una settimana senza te io muoro”

“non posso fare almeno di te”

“con te accanto posso rinuncia ha tutto”

“mi ai lasciato il segno”

“ripenzaci”

e per finire

“ge tem”

 

da brivido!!!

 

Generazione Z

trees-340747__340

Ecco che appare la generazione z o centennials, i nati dal 1997 fino al 2010..malati di internet, di socials, questi ragazzi comunicano, “parlano”, si confrontano attraverso la tecnologia. Pur crescendo in un periodo di recessione, quindi di instabilità e insicurezza, sembrano forti e desiderosi di aiutare il proprio paese. La mia secondogenita è una centennial…così nella mia famiglia non manca nessuna generazione!!

E nella tua?

Una giornata delle solite

ant-1096394__340

Sveglia alle 6. Vestirmi. Rifare il letto . Aprire la finestra. Truccarmi e pettinarmi. Pulire il bagno. Scendere per preparare la colazione e il pranzo per una delle mie figlie che studia a Firenze, mentre il pentolino con l’acqua per la tisana è sul fuoco mi porto avanti e pulisco l’altro bagno. Faccio colazione. Salgo a svegliare l’altra mia figlia e sono le 6,40. Scendo e dò una passata di straccio sui pavimenti del piano di sotto, mentre mi preparo il pranzo da portarmi via. L’altra mia figlia fà colazione mentre leggo, scrivo e intervengo sul mio blog…aria per me. Chiudo il blog. Chiudo le finestre al piano di sopra. Mi preparo per partire e andare al lavoro. Ore 8 sono in strada verso l’ufficio e , nel frattempo faccio telefonate varie. Ore 8,30 entro al lavoro….dove mi aspettano giornate varie e intense ma soddisfacenti. Talvolta durante la pausa pranzo, se non sono in giro dai clienti , dopo aver pranzato “al sacco”, faccio la spesa per poi rientrare e continuare il mio impegno quotidiano fino verso le 18…esco e , se non ho altre faccende del tipo visita medica, incontro con amiche, andare a prendere al treno la mia primogenita, ritorno a casa verso le 18,30/19. Preparo la cena , ascolto e mi confronto con le mie figlie, le interrogo , se richiesto da loro per eventuali compiti in classe o verifiche del giorno dopo. Lavo i piatti aiutata dalle mie pupe e sono giunta alle 21 circa. Mi faccio la doccia. E finalmente mi metto sul divano per vedere i miei episodi su Netflix…di solito mi addormento….

Forse mi sono dimenticata qualcosa ma ..mi pare già abbastanza..che ne dite?