Stirare …

flea-market-1823979__340

Forse sarò impopolare,  ma l’utilizzo del ferro da stiro lo trovo uno spreco di risorse e di tempo, oltre che una fatica. Dovere stirare pantaloni, camicie e altri indumenti è solo una questione culturale. Non capisco perché tutte queste menti che si occupano di moda non siano riuscite a sostituire e a diffondere in larga scala materiali per indumenti che non necessitano di essere stirati … sarei disposto ad andare in  in giro con semplici tute tipo star trek tanto per rendere l’idea, sempre adatte per ogni occasione e che sicuramente non devono essere stirate, insomma qualunque cosa pur di non stirare.

Goji

 

20170713_073630[1]

“La bacca della felicità” è di origine cinese, viene coltivata da migliaia di anni ed è considerata un elemento essenziale nella medicina tradizionale orientale. Il suo colore rosso, la sua forma leggermente allungata, il suo sapore agro-dolce sono le caratteristiche  che si accompagnano alle sue proprietà curative e preventive quali la fortificazione muscolare e scheletrica, il rallentamento dell’invecchiamento. Naturalmente tutto ciò non è supportato da “prove scientifiche” ma, un reale riscontro ha sottolineato che questi frutti potenziano la capacità antiossidante dell’organismo. Comunque sia..vi consiglio di assaggiarli sia appena raccolti (io li preferisco così, direttamente dall’albero), sia essiccati, mischiati a yogurt, torte, marmellate….sono deliziosi!!

L’hai mai mangiato il goji direttamente dall’albero?..vieni nel mio orto..

 

 

 

I tipi di carte da gioco

Bergamasche, bolognesi, bresciane. .. trevisane,trentine ,triestine.  Piacentine, romagnole, napoletane. ..siciliane ,sarde,abruzzesi  . Poi ancora : piemontesi, milanesi, toscane e genovesi. … salisburghesi . E’ impressionante la varietà di tipi di carte da gioco presenti in Italia, e quelle ormai in disuso, così diverse tra loro, ma con le quali puoi fare gli stessi giochi… briscola e tresette per esempio. cards-627167__340

Le mie, cioè quelle con cui ho ho avuto l’imprinting, sono le piacentine, e sinceramente non mi aspettavo che ci fossero  tanti stili e raffigurazioni così diverse tra loro, tanto che se cambio “mazzo ” non riesco più a giocare come saprei… Anche se sembra banale, quella delle carte è una ulteriore dimostrazione della fantastica e immensa varietà culturale che testimonia le vicende di una storia e di un paese veramente unico, che speriamo rimanga tale.

Lo zenzero

20170708_190417

Conoscete lo zenzero e le sue proprietà? E’ un tubero dalle mille funzioni: digestive, antiossidanti, antisettiche, cicatrizzanti, antibatteriche, antidolorifiche, decongestionanti..lo puoi utilizzare come decotto, tintura madre, pasticche e perché no, fresco (io lo prediligo abbinato alla mela che ne smorza il sapore deciso). Se lo assapori ti lascia un ottimo retrogusto e senti la bocca pulita e disinfettata…è anche afrodisiaco…io ne ho una piantina nel vaso..non si sa mai…

Tu? L’hai mai provato?

Segreti

museum-2350379__340

Tutti noi abbiamo dei segreti , cose non dette o confidate a pochi, fatti che decidiamo di nascondere per vergogna o perché coscienti di aver agito in maniera sbagliata o per disobbedienza…ma c’è segreto e segreto…quello di Pulcinella (lo sanno tutti), quello professionale o quello di stato, per non parlare dei servizi segreti….Ricordate solo che, come diceva La Rochefoucauld, “colui al quale lo confidate, diventa padrone della vostra libertà”

E voi quale segreto mi volete confidare?

432hz vs 440hz

music-951844__340

Il “la” verdiano, la frequenza armonica dell’universo, il suono nobile, pieno, maestoso, collegato al chakra del sentimento ovvero i 432hz contrapposti ai 440hz, che sono lo standard musicale del giorno d’oggi. Quest’ultima vibrazione lavora sul chakra del cervello e quindi controllo mentale, adrenalina al massimo, nervi a fior di pelle.

Provate ad ascoltare uno stesso brano musicale con entrambe le frequenze e ditemi che differenza sentite, non solo con le orecchie

Le posizioni in cui dormi

geese-1835233__340

Tu? In quale posizione dormi?

Posizione fetale (scelta dal 41% degli individui): chi preferisce dormire in questo modo, è in genere una persona dal carattere apparentemente respingente, a volte duro e chiuso ma che  possiede un animo sensibile, dolce e simpatico, pronto a rivelarsi facilmente, con gli approcci giusti.                                                                                                                Posizione a tronco (15%): chi dorme in questo modo si dispone di fianco, con le braccia lungo il corpo, laterali. Si tratta di persone estroverse, che si aprono agli altri fiduciosamente e che quindi finiscono per peccare un po’ di ingenuità.                 Posizione del cercatore (13%): è la posizione di chi dorme su un fianco ma con le braccia protese avanti a sé, come a voler cercare qualcosa o qualcuno. E’ scelta da chi possiede un carattere aperto ma anche sospettoso, che quindi può facilmente assumere atteggiamenti di distacco e cinismo verso il mondo. Si tratta di persone che impiegano tempo per prendere le loro decisioni ma che poi difficilmente tornano sui loro passi.          Posizione del soldato (8%): chi dorme supino, con le braccia  distese lungo i fianchi. Tipica di chi possieda un carattere calmo ed introverso, spesso si tratta di tipi silenziosi e amanti dell’ordine e della precisione, qualità che pretendono da se stessi e anche dagli altri.                                                                                                                                                       In caduta libera (7%): posizione di chi dorme prono , ovvero a pancia in giù e con le braccia allargate. Se trovate qualcuno che dorme così, sappiate che quasi sicuramente si tratta di un tipo diffidente e scontroso, che non ripone fiducia nel mondo e negli altri, e che assume un atteggiamento resistente e passivo nei confronti degli eventi della vita. Si tratta, per di più, di persone ipercritiche e che si irritano facilmente.

Tu come sei?