Quando ci vuole, ci vuole!!!

Ho cercato con tutta me stessa di essere comprensiva, paziente, accogliente con il mio collega, aiutandolo nel suo lavoro, consigliandolo, intercedendo talvolta per lui con i suoi clienti, ripetendo all’infinito preventivi detti e ridetti, cambiando ordini all’ultimo momento, sdrammatizzando situazioni pesanti..ma non ce l’ho fatta!! La scorsa settimana, dopo due anni circa, non sono riuscita a reagire con calma e tranquillità e gli ho detto che non gli avrei più passato gli ordini, non riuscivo a capire il suo modo di agire ovvero il suo pensare continuo ai clienti altrui, facendo paragoni con i prezzi, con i quantitativi venduti, sempre in guardia, sempre con le orecchie dritte, con prevenzione, puntualizzando in negativo tutto quello che proveniva da me…non ce l’ho fatta perchè , a parer mio, i problemi sono ben altri, non esiste la competizione, se non quella sana, tra colleghi, esiste scambio, brain storming, accoglienza, rilassatezza, coesione e non superficialità, chiusura mentale…Con la vera unione aziendale si creerebbe un vero team che andrebbe al di là di ogni cosa, con risultati da bomba…che ne dici?

WEIBO

Il weibo è un social media cinese, il più grande portale di informazione in Cina. E’ usato dalla classe medio alta che vive nelle grandi metropoli, è simile a Twitter ma viene utilizzata solo da chi parla cinese. Io , quando contatto i miei fornitori cinesi, uso wechat, concorrente per eccellenza di weibo, immediato, veloce, mando foto e richieste e ricevo risposte fulminee ..anche se weibo si è rinnovato e , legandosi ad ALIBABA (principale piattaforma ecommerce in Cina) , ha preso l’attenzione delle aziende occidentali per avere informazioni su brands, per ricercare promozioni , seguire tendenze.

Lo conoscevi?

Frase “mitica”

balls-2882427__340

“Assumere persone intelligenti e dargli ordini non ha senso. Noi assumiamo persone intelligenti affinchè siano loro a dirci cosa fare” Steve Jobs….uomo illuminato dal punto di vista di “sfruttamento” dei talenti altrui..Dalla mia esperienza lavorativa manca questa sensibilità al 98% delle aziende italiane da me “provate”: la lungimiranza e, perchè no, l’umiltà del vedere il dono che ognuno di noi ha innato e saperlo “usare” nel modo giusto, mettendo in condizioni tali da rendere il lavoro un piacere e quindi riuscire a far dare il meglio dalla persona assunta. Questo è l’inghippo che molti non sanno vedere facendo esattamente il contrario ed ottenendo quindi il peggio.

Che ne dici?

Seconda tecnica per essere positivi

hand-1549224__340

Dare agli altri.

La seconda tecnica che vi consiglio per raggiungere la positività è quella di dare agli altri, ovvero condividete le vostre abilità, aiutate con i vostri talenti le persone che ve lo chiedono, non dubitate del vostro valore e siate consapevoli che anche  il più piccolo dei gesti o dei pensieri condivisi può causare un enorme cambiamento nella prospettiva di un altro individuo e su di voi. Nel prossimo articolo..la terza tecnica.

Tu? Riesci a condividere?