Partenza



Oggi mia figlia Gaia parte per l’India, finalmente , dopo tante lotte,questa opportunità si è concretizzata. 24 ragazzini di seconda superiore , i più giovani della scuola che abbiano mai fatto questa esperienza, volano verso questo Paese così lontano per usi e costumi ma così affascinante e coinvolgente. Vivranno in famiglie altolocate indiane che li hanno già contattati, faranno lezioni di hindi, di musica indiana , di danza bharatnatya, di arte e disegno . Saliranno sugli elefanti, faranno shopping nei mercati della città, visiteranno la scuola Gyan Setu, per cui hanno organizzato la raccolta fondi, si confronteranno con ragazzi e ragazze della loro età che usano whatsapp in uno scenario incantato…te la racconto al rientro….sono felice!!

Annunci

Ritratto del partner ideale

L’app Jaumo, presente in più di 25 Paesi, ha chiesto ai suoi più di 40 milioni di iscritti, rigorosamente single, qual fosse il partner ideale. L’età è importante per la maggior parte degli uomini che predilige una donna con poca differenza di età, al contrario delle donzelle propense a iniziare una relazione anche con un “maschio” molto più grande o più giovane di loro. I figli del partner non creano problemi, mentre le donne prediligono fare le ferie da sole, separate dal partner. L’avere interessi in comune non è indispensabile. Che ne pensi?

Frase

“Ci si innamora a prima vista ..Si ama strada facendo”. Vero, questo è il mio pensiero…il primo impulso, l’attrazione è quasi immediata ma il vero amore, quello incondizionato, è il sentimento che si consolida andando avanti insieme, condividendo, con pazienza e serenità la vita di tutti i giorni, camminando mano nella mano, accettando le diversità dell’altro, guardandosi negli occhi e sostenendosi l’uno con l’altra giorno dopo giorno, non solo durante il tempo sereno ma proprio durante i momenti di pioggia… per me è così e per te?

Fluidità

A volte, quando torno a casa la sera, stanca, dopo giornate che iniziano all’alba senza pausa e sembrano non finire mai , mi piacerebbe trovare un ambiente sereno e , come dico io, fluido dove sorridere, coccolarsi e rilassarsi…talvolta succede di trovare sintonia, armonia, apertura da parte di tutti i membri , talvolta , al contrario, il mio compito di madre e compagna comincia proprio al mio rientro. Braccio di ferro con le mie figlie che, per me ormai considerate “grandi”, tendono invece a sviare i piccoli doveri e le piccole regole che cerco sempre di mantenere: apparecchiare, sparecchiare, asciugare i piatti, mettere a posto la propria stanza, cenare insieme, posare i telefonini…e così via. In alcuni casi mi sento frustrata perchè devo ripetermi in continuazione con poco appiglio su di loro. Fortunatamente non mollo e quindi riesco ad ottenere ciò che per me è giusto : il contributo che ognuno di noi deve mettere in casa . Ma la mia domanda è: non sarebbe più facile fare tutto nella scioltezza, senza ripetizioni, nervosismi e polemiche?