Felicità

Che cosa è per te la felicità? Soldi che sono fondamentali ma non essenziali se non condivisi in una realtà serena e che ci completa? Un buon lavoro? Una famiglia o? Un patner ? Amici? Per sentirsi appagati, soddisfatti, per svegliarsi al mattino con la voglia di fare , di cambiare, serve altro. La felicità è effimera proprio perchè è un raggiungimento di un obiettivo , di un risultato, di un’aspettativa . Prendendo come esempio i bambini, la gioia, la serenità dell’anima si raggiungerebbe senza problemi: loro non cercano alcun risultato bensì, quello che incontrano, lo esplorano, lo vogliono conoscere per il solo fatto di approfondirlo, per il piacere di esplorarlo. Ciò che blocca la felicità sono i sentimenti quali il senso di colpa, la vergogna, l’autosvalutazione, la tendenza a vedere il problema fuori da sè pensando che siano gli altri a sbagliare. Per raggiungere la gioia, la serenità, bisogna concentrarsi coltivando il proprio sè interiore, cercando di avere atteggiamenti garbati e gentili, annullando così l’insonnia, i pensieri negativi, le elucubrazioni mentali e fomentando la voglia di vivere, la capacità di affrontare le avversità, la vita in genere.

Annunci

Perdonare

Perdonare cambia la vita, non a livello evangelico ma psicologico, perchè ci liberiamo dal macigno e andando verso la serenità, la felicità. Il perdono è lasciar andare la rabbia, i cattivi ricordi, i torti subiti, significa non avere più l’ansia di avere ragione a tutti i costi, è smettere di tenere la posizione ad oltranza per non perdere . Noi siamo fatti per l’armonia, per l’incontro, per l’equilibrio. Ma..come si fa a perdonare davvero, lasciandosi alle spalle i brutti ricordi?

Mamy

Quando pronuncio questa parola mi suona dolce, mi rinvia a protezione, amore incondizionato, presenza discreta, stabilità, sorriso, consiglio. E’ un legame indissolubile, in quanto è da te che sono nata, è grazie a te che ho percorso i miei primi passi , insieme alle tue insicurezze di donna ancora troppo giovane per essere madre ma forte e determinata ad esserlo fino in fondo. Coerente, senza rimorsi o dubbi, hai compiuto e compi il tuo dovere con coraggio e costanza , sbagliando talvolta ma sempre amorevolmente, Mamma, mio esempio e non esempio..ti voglio bene.

Vorrei…

Vorrei riuscire a ridiventare fluida come quando ero ragazzina…senza paure apparenti, incosciente, inconsapevole. Tutto filava per il meglio, senza razionalizzare , senza ostacoli, senza restrizioni nè pensieri negativi. Io ero così. La vita e le esperienze mi hanno fatto crescere, insegnandomi a tirare il freno, rendendomi più “saggia” e matura, con le antenne dritte per cercare di evitare o anticipare eventi che possano danneggiarmi o farmi soffrire…bene da un lato, male da un altro…la spensieratezza e leggerezza fanno fatica ad apparire di nuovo nello svolgimento della mia vita…ci sto lavorando!! E tu? Come vivi?

Partenza



Oggi mia figlia Gaia parte per l’India, finalmente , dopo tante lotte,questa opportunità si è concretizzata. 24 ragazzini di seconda superiore , i più giovani della scuola che abbiano mai fatto questa esperienza, volano verso questo Paese così lontano per usi e costumi ma così affascinante e coinvolgente. Vivranno in famiglie altolocate indiane che li hanno già contattati, faranno lezioni di hindi, di musica indiana , di danza bharatnatya, di arte e disegno . Saliranno sugli elefanti, faranno shopping nei mercati della città, visiteranno la scuola Gyan Setu, per cui hanno organizzato la raccolta fondi, si confronteranno con ragazzi e ragazze della loro età che usano whatsapp in uno scenario incantato…te la racconto al rientro….sono felice!!