Fine del tunnel

Mesi oscuri

di clausura forzata

Paure recondite

Dietro tendine

di case abitate forzatamente.

Eppure

la mia vita scintillava

di amore verso il mondo

di speranza in un futuro migliore

di forza per ricominciare

di desiderio di unione mondiale

di intelligenza per imparare dal dolore.

Positività nei momenti bui

per vedere la fine del tunnel

per tornare liberi.

Stefania Spaziani

Dalla frase “nei mesi oscuri la mia vita scintillava” sfere di fuoco di Tomas Transtromer

Carnevale dei figli di Bocco

Oggi, nel mio paese, si festeggia il carnevale con maschere create da sarte che da più di vent’anni ideano vestiti nuovi, rinnovano quelli datati, creano maschere avvenenti…per anni io e le mie figlie abbiamo partecipato vestendoci con abiti colorati e con lustrini e perle. La particolarità di questo carnevale è che, in una posizione stabilita per ogni maschera, non si può parlare ma solo muoversi e mimare un bacio o un abbraccio, gli occhi sorridono attirando i fotografi che scattano in continuazione per prendere un riflesso, un colore, un qualcosa che possa far vincere loro il primo premio del concorso fotografico. E così, nel 2014, la foto arrivata prima è stata quella di “Pan di Zucchero”, ovvero la mia e quella di mia figlia…e ci hanno dedicato anche una poesia..Sai dirmi chi delle due sono io?

Come è andata la festa?

Questo Natale per me è stato davvero molto bello perchè rilassante, senza obblighi, senza eccessi, con bei regali, sorrisi, vero amore e spontaneità . Le cose tristi si sono dissipate per un giorno grazie all’unione della mia famiglia, di sole donne, dagli 84 ai 16 anni, unite dalle nostre debolezze, forti dei nostri sogni, irremovibili ma flessibili, miscuglio di colori, caratteri, pensieri e risate. Tutte insieme, accomunate nelle nostre singolarità e autonomie, nelle nostre opinioni e nelle nostre visioni legate dalle nostre diversità e da un profondo sentimento di affetto speciale. Vi amo.

Maestro

Il vero maestro è “il primo”, colui che è designato a trasmettere il sapere grazie alle sue conoscenze e alle sue esperienze. E’ colui che, grazie alle sue capacità e alla sua sensibilità, riesce a stimolare gli allievi capendo di ognuno il punto dove fare leva, interessandoli, spingendoli, spronandoli, con tenacia , vigore , comprensione ma fermezza e rigore. E’l’esempio da seguire che insegna però ad essere autonomi, a camminare con le proprie gambe, a pensare e ad agire attivamente. E’ colui che ti rende padrone di te e che ti fa venir fuori i tuoi talenti coltivandoli insieme….Cosa ne pensi?