Unisono

oppure “….Tu sei la mia follia e la mia saggezza.” di Henrik Nordbrandt, incipit tratto dalla poesia Tu sei il mio amore

“…Tu sei la mia follia e la mia saggezza”

la mia dissennatezza e la mia ragionevolezza

la mia pazzia e il mio raziocinio

la mia insania e la mia sapienza

il mio eccesso e il mio equilibrio

l’odio e l’amore

tu sei l’unisono dei contrari

Stefania Spaziani

Superficialità

Inserite nelle vostre composizioni oppure prendete spunto da questa citazione “Chi non conosce tutte le risposte non si è fatto tutte le domande” di Confucio

Domande

senza risposte

per la superficialità

dell’essere spinto dalla

fretta.

Stefania Spaziani

In un istante il futuro

Prendete l’incipit oppure lo spunto da questa frase ” …Ti fermerai sognando “, tratto dalla canzone Avrai cantata da Claudio Baglioni

Quando il cielo si apre ai tuoi occhi

il vento leggero gioca con i tuoi capelli

le nubi danzano nascondendo a sprazzi il sole

gli alberi spogli proiettano le loro ombre scarne sul terreno

ecco che ti senti davvero libero.

Fermo per un istante infinitesimale

sei padrone di te e dei tuoi sogni

senza vincoli nè catene.

Solo con la natura che ti fa da contorno

solo con te stesso e la tua anima

che vibra all’unisono con gli animaletti del bosco.

I desideri diventano immagini reali

da ascoltare e toccare con le mani,

si concretizzano tra le tue dita

mentre un sorriso si apre sulle tue labbra.

Il futuro si apre davanti a te.

Stefania Spaziani

Piccola magia

oppure “….Scrivo per dare un senso al silenzio.” di Dacia Maraini, incipit tratto dalla poesia Scrivo perchè

“Scrivo per dare un senso al silenzio”

all’eternità

alla mia vita

Scrivo per dare una forma alla mia essenza

ai miei pensieri

al mio etere

Scrivo per lasciare la mia impronta

il mio esempio

me stessa

Scrivo perchè fa parte di me

per mettere in ordine le idee

per far diventare più chiara

la strada da intraprendere

Scrivo per diletto e divertimento

perchè mi fa sentire bene

perchè con il mio scrivere riesco a creare una piccola magia

che illumina il mondo

Stefania Spaziani

Nuova era

Prendete l’incipit “….anche se il cuore è ancora innamorato..” di George Gordon of Byron, tratto dalla poesia Così, non ce ne andremo più vagando” inserendolo nei vostri versi

“..anche se il cuore è ancora innamorato..”

lascio il passato

per aprirmi al presente

luminoso e accogliente

nuova era di speranza e amore incondizionato

Stefania Spaziani

Donne sboccianti.

Prendete l’incipit “…. Il cielo mi ha affidato il tuo cuore…” di Alfred de Musset, tratto dalla poesia Solitudine” inserendolo nei vostri versi

“…Il cielo mi ha affidato il tuo cuore..”,

il vostro cuore, figlie mie.

Amori della mia vita, cucciole indifese

iniziate al mondo con amore e speranza.

Generate per il creato, per la terra

affinchè possiate migliorarla

con la vostra forza interiore,

la vostra determinazione

i vostri valori

la vostra bellezza e unicità.

Sole ma unite per donare luce e magnificenza

con il vostro splendore di donne fresche e incantevoli.

Che possiate riuscire nella vostra impresa.

Con profondo amore.

La vostra mamma.

Stefania Spaziani

Come per gioco..

 Prendete l’incipit oppure lo spunto da questa frase ” …E forse fu per gioco o forse per amore “, tratto dalla canzone 4 Marzo 1943 cantata di Lucio Dalla

Tutto ebbe inizio

così per caso,

senza pensarci

come un gioco di adolescenti

che si affacciano alla vita

per vedere come va a finire

senza una solida struttura

o una vera impalcatura

e come, in uno svago,

quando ci si stufa

si cambia giocatori

pedine

passatempo.

E si ricomincia di nuovo.

Stefania Spaziani

Forza dentro di te

 “….chieder coraggio ad altri è inopportuno..” di Ada Negri, incipit tratto dalla poesia l’Orgoglio

“…chieder coraggio ad altri è inopportuno..”

forza interiore

solo dentro di te.

Dolore e gioia

nel tuo cuore.

Sentimenti, desideri, paure

nella tua anima

percepiti dal tuo corpo

e dalla tua essenza

Singolo, in mezzo al mondo

Il tuo sorriso delicato e sommesso

irradia, con la sua tenue luce,

gli occhi

persi nei tuoi pensieri e nelle tue speranze.

Stefania Spaziani

Librarsi in cielo

Prendete l’incipit “….Era questo la vita: un sorso amaro..” di Umberto Saba, tratto dalla poesia “Quando si apriva il velario, Canzoniere” inserendolo nei vostri versi

“Era questo la vita: un sorso amaro..”

ma poi tutto è cambiato:

il sole è apparso sulla mia strada

la brina si è sciolta

lasciando qualche goccia di rugiada

qua e là per rendere rigogliosa l’erba

forti e maestosi gli alberi

con le loro radici ben piantate a terra

e le folte chiome erte verso il cielo .

Io, falco pellegrino, mi libro nell’aria

spiegando le mie ali al vento

libera finalmente da me stessa e da tutti.

Stefania Spaziani