Via la maschera!!

beauty

E’ finito il  Carnevale ma quante persone continuano a tenere la maschera? Quanti si nascondono dietro a finte personalità, creando personaggi fittizi, contraffatti, per non farsi riconoscere, per fare business e attirare la parte debole del popolo che segue chi fa moda, chi è costruito, chi non è sostanza?….Take your time…ovvero prenditi del tempo per te, scava per conoscerti davvero, per sprofondare nei tuoi abissi piu’ remoti e poi risalire verso il tuo vero te stesso, cercati e trovati, butta via la maschera e sii te stesso, solo così puoi vivere davvero!!!

E tu, hai tolto la tua maschera?

 

 

Meccanismo Europeo di Stabilita’

trouserprotest-464616__340

Si tratta dello strumento con cui l’UE fornisce assistenza finanziaria ai Paesi in difficoltà, ovviamente a patto che essi rispettino determinate condizioni di politica economica che vengono loro imposte: prendere o lasciare. In sintesi, si tratta di aiuti, non certo filantropici, concessi in cambio della perdita dell’indipendenza economico-finanziaria degli Stati. Gli stati membri finanziano questo meccanismo pagando una quota annuale versata in un fondo, dal quale in  caso di bisogno (causato dalle politiche deflazionistiche stesse della commissione europea),  se non vengono rispettati i vincoli di bilancio  (parametri) imposti dai trattati europei stessi, i singoli stati possono attingere pagando a caro prezzo in pratica per ricevere in prestito i propri soldi. Geniale…!!!

Il M.E.S  è un organismo indipendente  i cui membri non sono eletti, le cui decisioni  e i cui provvedimenti sono insindacabili da qualsiasi magistratura che , in base agli accordi firmati dagli stati che ne hanno preso parte, detta la politica economica (es tagli alle pensioni, alla sanità ecc…)  degli stati che sono stati costretti a chiedere un  “prestito”.

Tutti questi trattati o accordi  o decisioni prese dai  governi  sono state messe in secondo piano o nascoste dalla televisione e dai principali organi di informazione, come sempre a beneficio di eventi sportivi, festival vari e manifestazioni di ogni altro tipo. Il meccanismo,descritto in modo molto semplificato, dovrebbe destare grosse preoccupazioni e la possibilità non remota che anche l’Italia potrà  perdere totalmente la sovranità politica (o quel poco che ne rimane), con la collaborazione di governi rigorosamente non eletti fa rabbrividire…

 

 

Nuovi occhi…..

astronauta

“Il vero viaggio di scoperta non consiste nello scoprire nuove terre, ma nell’avere nuovi occhi.” Marcel Proust

Puoi viaggiare per mari e per monti, visitare paesi esotici , esplorare terre lontane ma, se non guardi davvero con gli occhi dell’anima, se non approfondisci entrando nella realtà del luogo che stai visitando, non sarà una vera scoperta che ti accrescerà ma rimarrà un’esperienza superficiale. Apri il tuo cuore verso l’esterno , senza paura, senza veli e vedrai davvero cosa c’è dietro….

Cosa ne pensi?

Sette..numero magico

spaceSette, un numero importante, magico…un sì alla vita, all’equilibrio, alla ricerca della globalità e alla perfezione. Numero senza “madre”,in quanto generato dall’unità e bastante a se stesso, unione del dualismo, dell’ umano con il divino, dello spirituale con il materiale, ciclo completo e dinamico, spiritualità e materialità, numero della creazione e della pienezza. Sette…io e te….

E tu..a che numero sei?

 

La follia

follia

Normalità, stravaganza o malattia?  Come e chi stabilisce la delimitazione tra uno stato o l’altro? Cosa comporta per la persona definita folle a livello di libertà personale?

Nel corso dei secoli attraverso la storia della follia e la fenomenologia della stessa si potrebbero ricostruire le basi e le radici dei meccanismi di funzionamento della nostra società, attraverso i criteri  di esclusione, di criminalizzazione e  forme di “devianza”. Il potere ad alcuni uomini di decidere sulla sorte e sulla libertà  di altri sottoponendoli a trattamenti sanitari obbligatori sulla base di  comportamenti considerati pericolosi per la società, è del tutto arbitrario, e presta attenzione  solo agli effetti ultimi dell’agire di una persona senza considerare il motivo per cui la stessa  è giunta a comportarsi in modo “strano” o pericoloso. Molto spesso, con leggerezza, vengono commesse enormi ingiustizie che potrebbero essere evitate considerando le situazioni personali in un contesto più ampio.

Michel Foucault nel suo saggio ‘Storia della follia nell’età classica’ ci offre un quadro complessivo entusiasmante: ” Forse, un giorno, non  sapremo più che cosa ha potuto essere la follia…Resterà soltanto un enigma di questa esteriorità…Perché la cultura occidentale ha respinto dalla parte dei confini proprio ciò in cui avrebbe potuto benissimo riconoscersi, …?

Quali sono le vostre riflessioni?

 

 

Capo vs Leader

lupiwooden-mannequin-791720__340

Ciao…ti senti piu’ capo o leader?

Secondo me il vero capo è un leader, ovvero dà l’esempio, parte per primo, consiglia, lavora in primis, dà forza e coraggio, non polemizza ma è positivo, anima, conforta, sprona. E’ colui o colei la cui autorità viene riconosciuta direttamente dalle persone che gli sono intorno per il suo carisma , senza parole..è la guida da seguire.Ecco perchè i veri leaders si contano sulle dita di una mano….o no?

 

 

Nella notte…noi due

20170212_150458Mi piace entrare nel tuo letto , al buio, quando meno te lo aspetti..nella notte profonda, nel silenzio piu’ assoluto ..mentre tutti dormono e si sentono solo i loro sospiri lievi. E tu mi accogli con il tuo caldo abbraccio e mi accarezzi con le tue dolci mani e il tuo amore mi avvolge e mi coccola e mi tiene incollata a te , al tuo corpo forte ed esile nello stesso tempo..Mi proteggi e mi ami, mi stringi e mi desideri… e lo sento..sento i nostri odori che si confondono diventando un’unica persona.

La scuola

kids

Cercando di mettere in qualche modo in ordine  i libri sparsi in casa, mi è capitato tra le mani un vecchio saggio di Ivan Illich “Descolarizzare la società”, del 1970, impressionante per la lungimiranza  e la precisione nel descrivere il metodo di insegnamento perverso dell’attuale sistema scolastico…

“Nei paesi sviluppati o in via di sviluppo, sotto  ogni regime e latitudine, tutti i sistemi scolastici hanno oggi in comune una caratteristica fondamentale. Che l’ordinamento economico sia capitalista o socialista, che i programmi delle scuole mirino a produrre tecnici o umanisti, che l’insegnamento si effettui in aule aperte o secondo metodi tradizionali, non fa differenza: tutti i sistemi scolastici poggiano su una identica struttura latente, svolgono una stessa azione inconscia, che inculca nell’allievo alcuni principi che determineranno tutto il resto della sua esistenza: l’istruzione non ha valore se non si acquista a scuola attraverso un graduale consumo di titoli, che la futura riuscita sociale dell’individuo dipende dal livello e dal prezzo dei corsi di studio e che è più importante apprendere cose ” sul mondo” che trarre il proprio sapere  ” dal mondo “.        …

… e consta che l’evoluzione della società tende a spogliare l’individuo delle sue capacità creative e a trasformarlo in un assistito preso a carico per tutti i suoi bisogni essenziali da servizi sempre più burocratizzati: servizi che, nello stesso momento in cui pretendono di soddisfare una domanda, creano una domanda maggiore e accentuano lo stato di dipendenza dell’individuo…”

Cosa ne pensate?

Senza parole

dog

Talvolta basta uno sguardo, una carezza, un sorriso, un piccolo gesto per far capire molte cose a chi ci sta vicino..senza parole si possono esprimere i sentimenti piu’ profondi  e piu’ nascosti. Le parole sono superflue o illusorie se si promettono cose che poi non si fanno…

Senza parole si ama, si sta vicini a chi ne ha bisogno, si comprende, ci si coccola…senza parole!!