Stimoli

Mia figlia, secondogenita, terza liceo…momento di empass, zero voglia di fare, polemizza sullo studio , su come i professori non insegnano, su come e cosa pretendono, su cosa non ha voglia di fare, tutti le sono contro, non capiscono, chiedono senza dare, uno non le piace perchè troppo severo, l’altra perchè non preparata, un’altra non ascolta e così via… la lascio parlare, ascoltandola, capendola, ricordandomi di come ero alla sua età, le dò ragione, le dico che la capisco ma le spiego che questa è l’esperienza che la prepara a come affrontare la vita, lavorativa e non, futura. L’importante non è il voto, le dico, ma è imparare un metodo, anzi il tuo metodo, quello che ti apre la mente e ti rende libera da preconcetti, quello che ti dà la visione dell’insieme , quello che non ti limita ma che ti aiuta a cavartela in ogni situazione senza paure, con umiltà ma decisione e senza demordere, combattere e credere in qualcosa, capendo il proprio talento e continuando a seminare e a non mollare!! Sembra abbia capito!!

Genitori più anziani

Essere genitori in età avanzata ha i suoi lati positivi, secondo una ricerca fatta dall’università di Utrecht infatti, su 33mila ragazzini tra i 10 e i 12 anni, quelli con il padre e la madre più anziani sono risultati maggiormente socievoli , rispettosi meno aggressivi e meno provocatori. Molto probabilmente tali genitori hanno un più elevato stato socio economico e più alti livelli di educazione trasmettendo ai figli una maggiore tranquillità e stabilità emotiva. Io sono figlia di genitori giovanissimi e tu?