Nuovo avvenire

Oppure “… E quindi uscimmo a riveder le stelle…” mettete questo incipit nelle vostre composizioni poetiche, acrostico, racconto. (Inferno XXXIV, 139), è l’ultimo verso dell’Inferno della Divina Commedia di Dante Alighieri “

..E quindi uscimmo a riveder le stelle..”

e la luna che rischiaravano la notte scura

e ci indicavano il nuovo cammino da intraprendere.

Luce intima e rassicurante

che dava speranza di fresco inizio, di ripartenza

dopo mesi di buio e tenebra assoluti.

Passi incerti e titubanti

bensì supportati da un chiarore deciso di rinascita, di vita novella.

Noi esseri fugaci e meschini,

chiusi nei nostri cuori addormentati,

schivi ed egoisti

finalmente pronti ad aprire le nostre menti all’avvenire attuale.

Stefania Spaziani

Dea Luna

Prendete l’incipit “…. a piacere vostro di una poesia .…” e inseritelo nelle vostre composizioni poetiche, acrostico, racconto. “Che fai tu, luna, in ciel? dimmi, che fai, silenziosa luna?” “Canto notturno di un pastore errante dell’Asia” di Giacomo Leopardi

“Che fai tu, luna, in ciel? dimmi,

che fai, silenziosa luna?”

Mi guardi senza proferir parola,

il tuo alone ti rende magicamente eterea e misteriosa.

Attratta dalla tua luce, sbiadita e pallida,

sono ammaliata da te Dea malinconia e magnetica.

Placida e vellutata illumini dall’alto le tenebre,

rassicurandomi con i tuoi raggi,

rendendo chiara la notte e allontanando tutte le paure.

Stefania Spaziani

Luna divina

Prendete l’incipit oppure lo spunto da questa frase ” …Ma quando vide la luna uscire da una nuvola…”, tratto dalla canzone ” Caruso” cantata da Lucio Dalla

“..Ma quando vide la luna uscire da una nuvola.”

la sua anima si illuminò vedendo uno spiraglio divino

una speranza di luce nella notte buia

Luna, potere magico e magnetico,

simbolo del divenire, di evoluzione.

Energia di creazione, forte e malleabile ed eterna

madre luce della notte silenziosamente sempre presente a vegliare sul mondo.

Stefania Spaziani

Duplicità lunare

Prendete l’incipit “…. “È tutta colpa della luna ….” di William Shakespeare, tratto da Amleto inserendolo nei vostri versi

“…E’ tutta colpa della luna..”

se danzo all’impazzata

in un prato fiorito

girando intorno a me stessa

con le braccia aperte

afferrando l’aria e la notte

E’ tutta colpa della luna

se rido smodatamente

dopo aver pianto singhiozzando

abbracciata a mia sorella

per aver visto un film finito bene.

E’ tutta colpa della luna

se cerco la mia perfezione

tra dubbi e paure,

tra sì e no

tra ottimismo e nichilismo.

E’ tutta colpa della luna

se metto continuamente in dubbio

me e le mie decisioni

se mi altaleno tra pensieri sicuri

e insicurezze pensierose.

E’ tutta colpa della luna

se sono così come mi vedi

libro aperto

segnato dall’esperienza

idealista nella ricerca della felicità

Stefania Spaziani

Lunatica

Nata sotto il segno della luna , il mio umore è sempre stato altalenante , tra momenti di gioia infinita e momenti di tristezza inarrestabile. Sorrisi, solarità e un attimo dopo musi, bronci , grigiore… Mi sto antipatica da sola, non mi sopporto quando mi capita così..e che dire di quei poveretti e quelle poverette che mi sono vicino? Ora i miei cambiamenti umorali sono migliorati, sono diminuiti e si sono minimizzati rispetto a quando ero più piccola di età..comunque sia, fanno parte di me!! Tu sei lunatico/lunatica?