Anémone

Anemone, Fiore, Bloom, Impianto, Primavera

Anemone, dal greco vento, simboleggia l’abbandono, la perdita ma anche l’attesa e la speranza di un ritorno. E’ un fiore delicato e fragile e per questo rinvia all’effimero e all’intangibile..chi lo regala vuole far capire che si sente trascurato..

Stefania Spaziani

Oltre le nubi

oppure “… Non sempre le nuvole offuscano il cielo… mettete questo incipit nelle vostre composizioni poetiche, acrostico, racconto. (Elsa Morante, La storia)

“..Non sempre le nuvole offuscano il cielo..”

dietro si intravvedono i raggi solari caldi e luminosi

i visi dei bimbi felici che, liberi, giocano a nascondino

donne con vestiti colorati che chiacchierano spingendo passeggini

ragazzi che, ascoltando musica leggera nelle loro cuffiette, corrono nelle loro tenute ginniche nei parchi

gatti che, famelici e curiosi, rincorrono le papere spaventate nei laghetti specchiati

palloncini variopinti che, scappati dalle mani dei piccini, volano cullati dalla brezza in cielo…

vedo gioia e speranza che si riaccende nei cuori bisognosi di pace e serenità.

Stefania Spaziani

Haiku

oppure “….Non penso a tutta la miseria, ma alla bellezza che rimane ancora” tratto dal suo diario, Anna Frank testimonia il dramma della Shoah. Inserite nelle vostre composizioni questa frase oppure prendete spunto da questa citazione per ricordare il Giorno della memoria 2021, poesie sull’Olocausto per ricordare la Shoah

Forte dolore

Il giardino fiorito

Verde speranza

Stefania Spaziani

Donne sboccianti.

Prendete l’incipit “…. Il cielo mi ha affidato il tuo cuore…” di Alfred de Musset, tratto dalla poesia Solitudine” inserendolo nei vostri versi

“…Il cielo mi ha affidato il tuo cuore..”,

il vostro cuore, figlie mie.

Amori della mia vita, cucciole indifese

iniziate al mondo con amore e speranza.

Generate per il creato, per la terra

affinchè possiate migliorarla

con la vostra forza interiore,

la vostra determinazione

i vostri valori

la vostra bellezza e unicità.

Sole ma unite per donare luce e magnificenza

con il vostro splendore di donne fresche e incantevoli.

Che possiate riuscire nella vostra impresa.

Con profondo amore.

La vostra mamma.

Stefania Spaziani

Forza dentro di te

 “….chieder coraggio ad altri è inopportuno..” di Ada Negri, incipit tratto dalla poesia l’Orgoglio

“…chieder coraggio ad altri è inopportuno..”

forza interiore

solo dentro di te.

Dolore e gioia

nel tuo cuore.

Sentimenti, desideri, paure

nella tua anima

percepiti dal tuo corpo

e dalla tua essenza

Singolo, in mezzo al mondo

Il tuo sorriso delicato e sommesso

irradia, con la sua tenue luce,

gli occhi

persi nei tuoi pensieri e nelle tue speranze.

Stefania Spaziani

Mal de vivre

 Prendete l’incipit “….Spesso il male di vivere ho incontrato..” di Eugenio Montale, tratto dalla poesia “Spesso il male di vivere ho incontrato ” inserendolo nei vostri versi

“Spesso il male di vivere ho incontrato”

sentendo il dolore degli altri

percependo lo spleen del mondo

l’inadeguatezza delle anime

la tristezza dei cuori

sentimenti penetranti, acuti

intensificano il mio “mal de vivre”

attenuato solo dal mio scrivere,

dalla mia consapevolezza crescente di esseri inermi

in mano ad altri uomini manipolatori e senza scrupoli

Certa che i miei errori si sommino a quelli degli altri

creando caos e anarchia

Quasi sicura di riuscire a trovare un equilibrio sereno

in pace e tranquillità

Io goccia nell’immensità marina.

Stefania Spaziani

Oasi ospitale

Prendete l’incipit “….Senza di te non vedo che un deserto…” di Paul Éluard, tratto dalla poesia T’Amo inserendolo nei vostri versi

“Senza di te non vedo che un deserto”

arido, caldo, soffocante

Il sole alto nel cielo

crea allucinazioni traballanti

Trascino i piedi nelle scarpe piene di sabbia

la gola arsa cerca sollievo in qualche goccia d’acqua

che non trovo.

Gli occhi appannati dal sudore

cercano disperatamente di vederne la fine.

Il corpo si abbandona alla stanchezza

ricoperto da chicchi sferzanti di rena

e quando tutto sembra perduto

in lontananza, come un miraggio,

arrivi tu….impavido, forte, bello

sul tuo destriero,

avvolto nella tua tunica da beduino

mi ridai la vita, la speranza, la voglia di ricominciare.

Mi accogli tra le tue braccia amorevoli

dandomi ristoro e protezione

come in un’oasi ospitale, verdeggiante e rigogliosa

in questo deserto ostile e mortale.

Stefania Spaziani

Preghiera

 Prendete l’incipit oppure lo spunto da questa frase ” …Porti come mantello il Cielo, Santa Gerusalemme, Benedetta, sei la speranza” frase tratta dalla canzone di JERUSALEMA Master KG

Speranza

nel disegno

più ampio di

una visione ottimistica vitale

realistica.

Stefania Spaziani