Nebbia rivelatrice

Prendete l’incipit “…. ““Sogno la nebbia e l’umido delle sere d’aprile.”.…” tratto dalle Confessioni di un teppista di Sergej Esenin

“Sogno la nebbia e l’umido delle sere d’aprile”

che ti entrano dentro

inebriandoti di quel profumo indicibile

che ti riporta a tempi e luoghi sconosciuti

che ti fa sognare spazi lontani

che ti fa credere di vedere immagini reali.

Tutto sfumato

per rendere l’irreale apparentemente vero e tangibile

Nebbia rivelatrice, ma dove sta il vero?

Stefania Spaziani

Verità reale

Prendete l’incipit oppure lo spunto da questa frase ” …è tutto questo bene che mi dai…”, tratto dalla canzone ” Vorrei che fosse amore” cantata da Mina

Non ci credo che sia vero bene

Non ci credo che tu sia davvero come sei

Non ci credo di meritarmi tutto questo amore

Non ci credo di essere riuscita ad affrancarmi davvero

Non ci credo si essere pronta a questa magnificenza

Eppure è tutto vero

Stefania Spaziani

Verità svelata Acrostico lingua

Lingua traditrice e biforcuta

Ingenuamente esprime ciò che

Non dovrebbe trapelare

Giudice inaspettato dell’

Umanità celata e dell’

Asilo celato del cuore

Stefania Spaziani

Dalla frase “E’ facile che la lingua tradisca ciò che il cuore vorrebbe celare.” Walter Scott