L’esperienza insegna

football-1799462__340

Quando un bambino inizia a compiere azioni, spostare oggetti, salire e scendere scale e ogni altro gesto che non ha alcun senso dal punto di vista di un adulto, non dovrebbe mai essere corretto o ripreso.  Infatti, tranne quando mette a repentaglio la sua incolumità, dovrebbe essere incoraggiato a sperimentare. Quando non raggiunge risultati apparentemente sensati, comunque acquisisce continuamente conoscenze nuove e impara a cercare soluzioni da sé. Tutto ciò accresce la capacità di iniziativa,  l’autostima e la sicurezza nell’agire.

Perciò l’estremo inquadramento e le costrizioni della scuola , che fin da piccoli ci costringono a rimanere seduti per ore ad ascoltare per forza ,senza la possibilità immediata di un feedback da parte degli insegnanti, anche loro costretti ad agire così dal sistema,  crea un esercito o addirittura un popolo di esseri alienati e allenati  all’obbedienza, pronti a subire passivamente tutto ciò che i mass media ci propinano.

Autore: yourborderline

lavorare fa male alla salute

35 pensieri riguardo “L’esperienza insegna”

  1. Non ricondurrei tutto alla scuola, anzi, se i nostri ragazzi non andassero a scuola, allora si che diventerebbero ancora più facili prede dei mass media. E’ vero che ci sono insegnanti demotivati o impreparati; ma ce ne sono ancora molti che credono nella loro missione e oggi come oggi, nonostante i budget limitati, propongono laboratori e lezioni con una maggiore interazione. P.S. Non sono un’insegnante

    "Mi piace"

  2. Quando io ero in Germania a scuola nei anni 70 si faceva un progetto nel periodo estivo (caldo fuori) i temi come geografia o storia anche biologia abbiamo fatto fuori scuola nel prato tutti seduti in un cerchio.. mi ricordo siamo stati sdraiati sul prato leggendo nei libri.. eravamo tutti più sereni e sopratutto abbiamo imparato di più… era soltanto un progetto

    Piace a 2 people

      1. non so perché iniziano un buon progetto e poi non portano a vanti… questo si faceva 35 anni fa… quanto erano avanti con le riflessioni.. oggi va tutto al in contrario… boh

        Piace a 1 persona

  3. Ci vuole anche la disciplina per vivere bene e per apprezzare la Libertà. Occorrono insegnanti giusti tipo mia mamma (maestra da tanto tempo e che insegna giusti valori). 😉

    Piace a 1 persona

      1. Basta insegnare la Libertà, per il resto ci pensano le scelte che farà durante lo sviluppo.
        Talvolta l’esser pecora non è incline al sistema ma per scelte idiote dell’individuo 😉
        Per quanto questo sia un sistema che vuole omologare (da sempre), non significa che siamo tutti pecore… tutt’altro 🙂

        Piace a 1 persona

  4. Comunque è vero fare i genitori è un “lavoro” difficile oltrechè bellissimo , qualsiasi strada intraprendi sbagli , l’importante è lasciare che i bambini imparino , anche da soli talvolta , ma non fare quello o fai quell’altro scappa spesso , noi cerchiamo di portare Rebecca sempre fuori nel week end , laboratori e giochi con altri bimbi e molte iniziative all’aperto , speriamo che questo possa farle apprezzare l’ambiente in cui vive , l’esperienze che le cambieranno la vita le farà più avanti , in questo momento (compie tre anni a Luglio ) è quasi tutto un gioco , e devi vedere che bel caratterino quando mi sfida , senza paura neanche davanti alla prospettiva di uno ” scappellotto ” , comunque è vero non bisognerebbe limitarli mai , ma a volte non è possibile anche se poi ci ripensi e ti ricredi , in realtà essere genitori è un esperienza incredibile ciaooooo

    Piace a 1 persona

      1. Sono state fatte sperimentazioni educative che non proponevano regole per i bambini ma si è scoperto che si rischiava di creare persone sociopatiche.Insomma incapaci di sopportare frustrazioni e dinieghi e a rapportarsi alle regole che ogni società per forza deve avere. Bisogna lasciare dare sfogo alla creatività all’interno di regole generali di cui un bambino ha bisogno.La scuola a volte tende ad omologare e a schiacciare l’originalità. Si reprime un bambino geniale nei calcoli perchè non ha scritto in modo ordinato o perchè ha saltato dei passaggi.

        Piace a 1 persona

        1. esatto..manca il giusto mezzo..e non solo nella scuola..le regole ci devono essere per dare sicurezza e certezza al bambino ma, allo stesso tempo, l’autonomia, lo sviluppo delle proprie capacità sono fondamentali per far di lui un uomo del domani equilibrato

          "Mi piace"

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...